Questo articolo è stato letto 70 volte

Valutazione della recidiva nel Codice della Strada

valutazione-della-recidiva-nel-codice-della-strada.jpg

La Corte di Cassazione, affrontando un caso di recidiva nella violazione – entro il biennio – dell’art. 116, comma 15, C.d.S. (conduzione di veicoli senza aver conseguito la prescritta patente di guida), specifica che il dies a quo che rileva non è quello della commissione del reato antecedente, bensì quello in cui la sentenza di condanna per tale precedente reato diventa definitiva ovvero “passa in giudicato”. Solo in questo momento, infatti, può considerarsi giuridicamente accertata la commissione dell’illecito penale da parte del condannato.

Leggi la sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *