Questo articolo è stato letto 368 volte

Cassazione: Autovelox non è sinonimo di imboscata

2306-autovelox

Il segnale stradale che preavvisa l’autovelox non deve essere necessariamente ripetuto dopo ogni intersezione ma ciò, tuttavia, non significa che l’amministrazione possa disattendere o sottovalutare l’obbligo informativo nei confronti degli automobilisti.

Per la Corte infatti “Sussiste un obbligo di civile trasparenza gravante sulla P.A., il cui potere sanzionatorio, in materia di circolazione stradale, non è tanto ispirato dall’intento della sorpresa ingannevole dell’automobilista indisciplinato, in una logica patrimoniale captatoria, quanto da uno scopo di tutela della sicurezza stradale e di riduzione dei costi economici, sociali ed ambientali derivanti dal traffico veicolare, anche mediante l’utilizzazione delle nuove tecnologie di controllo elettronico”.

Per questo motivo anche la segnaletica che preavvisa l’autovelox deve rispettare la ratio di cui all’art. 77, comma secondo, del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada, il quale individua come obiettivo primario per l’ente proprietario della strada la costituzione di un sistema segnaletico armonico integrato ed efficace, a garanzia della sicurezza e della fluidità della circolazione pedonale e veicolare.

Leggi la sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *