Questo articolo è stato letto 746 volte

Fuori strada per il ghiaccio: condotta colposa della vittima se non ha montato le catene – Obbligo catene da neve/pneumatici invernali

auto_ghiaccio

Nel caso di veicolo andato fuori strada a causa del ghiaccio, la Corte di Cassazione ha confermato che è responsabilità della vittima per condotta colposa, provata ex actis, consistita nel non avere prestato attenzione alla segnaletica, non avere previsto un pericolo prevedibile, e non avere montato catene da neve.

Con la pubblicazione di questa sentenza, si ricorda che dal 15 novembre entrano in vigore le prescrizioni relative all’obbligo di avere a bordo le catene da neve o di aver installato gli pneumatici invernali. Non essendo intervenute modifiche e novità di rilievo, si rinvia all’approfondimento Pneumatici invernali e catene da neve – il punto della situazione per l’inverno 2015

Nella sentenza in analisi emerge la sussistenza di una colpa della vittima per non avere impiegato, su una strada che l’avrebbe richiesto, “gomme termiche o catene”.

Il caso
Il fatto oggetto di discussione riguarda un veicolo andato fuori strada a causa d’una lastra di ghiaccio. La Corte di Cassazione sancisce che non è responsabilità dell’ente proprietario della strada ma della condotta colposa della vittima, consistita nel non avere prestato attenzione alla segnaletica, non avere previsto un pericolo prevedibile, e non avere montato catene da neve.
In tale caso, viene ribadito che il conducente ha su di sé la responsabilità per l’incidente (non avendo prestato attenzione alla segnaletica, previsto un pericolo prevedibile e non avendo montato catene da neve) e, di conseguenza, nessun addebito è possibile nei confronti della Provincia, nella fattispecie l’ente proprietario della strada dove si è verificato il sinistro.

Consulta la Sentenza Corte di Cassazione n. 22865 del 9.11.2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *