Questo articolo è stato letto 903 volte

Nuovi codici unionali armonizzati per la patente – da un semplice aggiornamento tecnico nuovi problemi operativi

patente-guida-europea

Commento a cura di G. Carmagnini

Dal 1° gennaio 2017, tra novità e aggiornamenti, ci dovremo confrontare anche con il nuovo sistema di codifiche unionali per la patente di guida, introdotte dalla direttiva (UE) 2015/653 a modifica dell’allegato I, punto 12, della direttiva (CE) 2006/126, recepita in Italia con il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 4 novembre 2016 (GU 16/12/2016 n. 293).
Le motivazione dell’aggiornamento dei codici unionali armonizzati si ricavano agilmente dai considerando della nuova direttiva. Quindi, l’aggiornamento dei codici prevede da un lato la soppressione e l’accorpamento di alcuni di essi, dall’altro la creazioni di nuovi codici, in particolare per la possibilità di utilizzare veicoli normali compatibili con il livello di forza necessari per sterzare o frenare (ad esempio il nuovo codice unionale 44.10).
Fino a qui non parrebbero esistere problemi operativi, per cui, come già avvenuto nel 2013 in occasione del precedente aggiornamento dei codici unionali, si potrebbe essere indotti a prendere semplicemente atto nelle nuove codifiche. Tuttavia si rileva che non esiste più il codice unionale 05, né i subcodici associati da 05.01 a 05.08, che rientravano nella lisa dei codici “CONDUCENTE (motivi medici)”, ai quali fa riferimento l’articolo 125, comma 3-bis del codice della strada. Le limitazioni imposte da tali codici sono state associate a partire dal 1° gennaio 2017, con qualche modifica, ai codici da 61 a 68; inoltre, è stato introdotto il codice 69, che potrà disporre l’obbligo di utilizzare i veicoli muniti di “alcolock”, cioè di un sistema conforme alla norma EN 50436, idoneo ad impedire la messa in moto del veicolo da parte di conducenti in stato di ebbrezza.
Tali codici non fanno più espresso riferimento alle…

Continua a leggere il commento di G. Carmagnini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *