Questo articolo è stato letto 161 volte

Educazione stradale: il MIT mette a disposizione nuovi materiali

Tappeto città con segnaletica stradale

Sono disponibili dal settembre scorso materiali prodotti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al fine di promuovere l’educazione stradale dei bambini, ma non solo. Sul http://www.edustrada.it/ sono reperibili infatti vari progetti, dedicati a diverse fasce d’età, fra cui:

  • educazione stradale bambini: ”La buona strada della sicurezza”;
  • educazione stradale scuola primaria: ”La Buona Strada… in bici”;
  • educazione stradale nelle scuole superiori ”Saper leggere le situazioni”, ”La prevenzione degli incidenti: conoscenze, abitudini ed emozioni” e “Il sogno di Brent”.

La piattaforma, pensata per essere un punto di riferimento in materia di educazione stradale, mira ad agevolare la partecipazione degli studenti di ogni età ai programmi educativi, aiutando lo scambio e la raccolta di materiale e schede didattiche, e il monitoraggio dei risultati effettivamente conseguiti.

Si stanno compiendo passi da giganti nella prevenzione degli incidenti, visti anche i dati ACI-ISTAT per il 2016 che evidenziano un calo degli incidenti stradali totali e del numero dei feriti. Tuttavia tanto si è fatto e tanto è ancora da fare: i sinistri costituiscono ancora la prima causa di morte per i giovani fra i 15 e i 24 anni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *