Questo articolo è stato letto 105 volte

Si stende davanti all’auto per evitarne il sequestro: assolta

applicazione-del-sequestro-del-veicolo-successivamente-alla-commissione-della-violazione-accertamenti-dufficio-seconda-e-ultima-parte-a-cura-di-g-carmagnini.jpg

Una donna, condannata per resistenza a pubblico ufficiale ai sensi dell’articolo 337 del Codice Penale, propone ricorso in Cassazione. L’imputata si era posta davanti alla sua vettura, sdraiandosi a terra per impedire agli agenti di avvicinarvisi e di sequestrarla, rifiutando al contempo di liberare l’auto dei propri effetti personali.

Secondo i giudici un tale comportamento, in assenza di altri elementi, e si risolve in un mero atto di resistenza passiva, inidoneo, come tale, ad integrare il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Consulta la Sentenza n. 36754/2017, Corte di Cassazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *