Questo articolo è stato letto 213 volte

Legge annuale per il mercato e la concorrenza: aspetti di interesse della polizia locale (Prima Parte)

sanzioni-amministrativeil-verbale-di-accertamento-fa-piena-prova.JPG

Approfondimento di M. Ancillotti

1. Premessa

Dopo un travaglio parlamentare di quasi due anni è stata finalmente pubblicata la legge 4 agosto 2017, n. 124 destinata a disciplinare il mercato e la concorrenza. La legge entra in vigore il giorno 29 agosto 2017(1) ed interviene in numerosi e disparati settori, spesso con tecnica alluvionale e comunque affatto caratterizzata da ordine e coordinazione, ma a cui, ormai, siamo abituati.
Tralasciando una serie di interventi non attinenti profili di polizia locale(2) , sottoponiamo in valutazione dei colleghi un breve commento su taluni aspetti del nuovo intervento legislativo di indubbio interesse operativo in ambiti di specifica competenza degli organi di polizia locale.
Tra questi segnaliamo:

  • la modifica dell’articolo 201 codice della strada nel tentativo, peraltro mal riuscito, di regolarizzare le tecniche di accertamento della violazione relativa alla mancata copertura assicurativa dei veicoli;
  • modifiche al codice della strada e alla legge 21/92 in tema, rispettivamente, di locazione senza conducente e noleggio con conducente di velocipede;
  • legge-delega per la revisione della legge 21/92 in tema di autoservizi pubblici non di linea;    
  • la previsione, dopo l’emanazione di provvedimenti attuativi, della possibilità di affidare ad aziende private – e non solo quindi in esclusiva al gestore del servizio universale – la notificazione di atti giudiziari, nonché le notificazioni delle violazioni al codice della strada;
  • una profonda revisione del d.lgs. 7 settembre 2005, n. 209, in tema di codice delle assicurazioni private, con innovazioni di una certa importanza in tema di limiti alla ammissibilità della prova testimoniale in caso di incidenti con soli danni a cose e della contestuale individuazione di potenziali testimoni, nonché del valore probatorio delle scatole nere installate sui veicoli su richieste delle stesse imprese di assicurazione;

Procediamo, quindi, con ordine, soffermandosi in particolare su aspetti di immediato interesse operativo e rinviando, sempre su questa rivista, a successivi interventi di approfondimento.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *