Questo articolo è stato letto 66 volte

Sostanze stupefacenti e presupposti di lieve entità

procedura-di-accertamento-della-guida-in-stato-di-alterazione-psico-fisica-per-uso-di-sostanze-stupefacenti-la-nuova-circolare-del-ministero-dellinterno.jpg

Ai fini del riconoscimento della fattispecie incriminatrice del fatto di lieve entità il giudice deve valutare tutti gli elementi normativamente indicati.
Più precisamente, deve valutare sia gli elementi attinenti all’oggetto materiale del reato, come quantità e qualità della sostanza stupefacente, sia gli elementi riguardanti l’azione, ossia i mezzi, le modalità e le circostanze della stessa.
Nel caso in esame il giudice ha escluso la ricorrenza dei presupposti di lieve entità, la Suprema Corte ha annullato l’ordinanza impugnata e rinvia al Tribunale per un nuovo esame sul punto.

Consulta la sentenza n. 39374/2017, Corte di cassazione, sez. penale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *