Questo articolo è stato letto 41 volte

Patente a punti, 20.500 italiani a quota zero

dal-1-settembre-2014-sulla-patente-viene-riportata-la-firma-del-titolare-mediante-incisione-laser-potr-comunque-accadere-di-trovare-patenti-rilasciate-da-tale-data-recanti-una-firma-a-pe.jpg

Nel 2018 la patente a punti taglierà il traguardo dei 15 anni di vita. Entrò in vigore il primo luglio del 2003 e, da allora, sono stati decurtati dalle patenti degli italiani 122,5 milioni di punti! Ma soprattutto, sono 20.497 gli italiani che hanno perso completamente i 20 punti della propria fedina automobilistica. A causa delle loro continue infrazioni, non hanno neanche avuto il tempo di recuperare due punti a biennio come condotta virtuosa vuole.

La prima domanda che viene in mente è: ma questi 20.497 hanno smesso di guida o continuano a farlo? Se sì, perché hanno rifatto gli esami o perché guidano e basta sperando di non essere scoperti? Insomma ci sarebbe da dire agli automobilisti più corretti: state attenti! Se i “senza punti” fanno un incidente, sicuramente scapperanno! Non solo, ma secondo i dati del ministero dei Trasporti, ci sono 93.810 guidatori che hanno da zero a 9 punti, quindi a rischio esaurimento del loro credito di 20 punti. Chi si trova in questa situazione non deve allarmarsi, perché grazie ai corsi presso le autoscuole si possono recuperare fino a 6 punti. E se si hanno già zero punti, si può comunque guidare per 30 giorni dall’arrivo della lettera di avviso del ministero dei Trasporti e sostenere daccapo l’esame di guida.

La regione dove ci sono più guidatori a quota zero è la Lombardia, con quasi 4 mila casi (3.991). A seguire la Campania con 2.195 (ma ha il 30% di abitanti in meno) e il Piemonte a 1.793, davanti al Lazio con 1.782 automobilisti. Il primato dei più virtuosi va alla Basilicata per numeri complessivi (solo 93 guidatori a quota zero) e al Friuli-Venezia Giulia con la miglior percentuale in confronto al numero di guidatori. A livello provinciale Napoli è prima con 1.560 patentati a zero, davanti a Milano con 1.355 e Roma con 1.347.

Fonte: tgcom24.mediaset.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *