Questo articolo è stato letto 92 volte

Il manufatto completamente interrato non è sottoposto alle norme sulle distanze

cantiere_edilizia

Mentre, invece, il manufatto seminterrato, genera volume e, pertanto è necessario il rispetto delle norme sulle distanze.

La prevalente giurisprudenza, infatti, è orientata nel senso di ritenere, con specifico riferimento ai locali interrati, che non sono computabili ai fini dell’applicazione delle norme sulle distanze in quanto le prescrizioni dettate dagli strumenti urbanistici in tema di altezza, distanza e volumetria degli edifici sono diretti a tutelare quegli specifici valori – area, luce, vista – sui quali incidono tutti i volumi che sporgendo al di sopra della linea naturale del terreno modificano in maniera significativa la conformazione del suolo e dell’ambiente.

LEGGI LA SENTENZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *