Ricerca



20 febbraio 2018 - AMBIENTE

E’ il produttore di rifiuti che deve provare i requisiti per la liceità del deposito temporaneo

La Corte di Cassazione III Sez. pen. con sentenza n. 4181 del 30 Gennaio 2018 ha riaffermato il principio che l'onere della prova in ordine alla sussistenza delle condizioni fissate dall'art. 183 del D.lgs. n. 152 del 2006 per la liceità del deposito cosiddetto controllato o temporaneo, grava sul produttore dei rifiuti, in considerazione della natura eccezionale e derogatoria del deposito temporaneo rispetto alla disciplina ordinaria