Questo articolo è stato letto 458 volte

IL CASO – Veicolo in sosta non assicurato – proprietario deceduto e rinuncia della moglie

rimozione-e-risarcimento-danni-dovuto-solo-se-provata-la-colpa-o-il-dolo-di-chi-ha-rimosso-il-veicolocassazione-sez-vi-civile-1272011-n-15322.jpg

In data 24/10/2017 i colleghi hanno effettuato una rimozione (con preavviso) di un veicolo in sosta in area pubblica con assicurazione scaduta di validità, successivamente notificato il verbale ai sensi dell’art. 193 C.d.S. all’obbligato in solido che risulta essere deceduto in data 28/01/2015.

La notifica del verbale da parte dell’ufficio postale è stata fatta alla moglie erede che ha ritirato l’atto ma che sostiene di aver rinunciato all’eredità e di non potere disporre in merito. Chiedo alla moglie di produrre documentazione ufficiale della rinuncia, poi provvederei ad annullare il verbale in quanto la persona è deceduta, se corretto; nel frattempo l’auto è stata depositata presso deposito autorizzato ma per problemi vari del nostro Ufficio non ancora inserita al SIVES.

Chiedo gentilmente un parere su come risolvere la situazione e demolire il veicolo depositato se possibile.

 

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *