Questo articolo è stato letto 645 volte

IL CASO – Articolo 208 C.d.S. e fondo di previdenza complementare

agenti_polizia_locale

L’art. 56-quater lett. a) del nuovo C.C.N.L. triennio 2016-2018 prevede che i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie, nella quota determinata ai sensi dell’art. 208 del C.d.S., siano destinati ai contributi datoriali al fondo di previdenza complementare Perseo-Sirio.

Considerato che dall’anno 2006 il personale appartenente a questo Corpo di Polizia Locale si avvale di un diverso fondo previdenziale selezionato nel libero mercato, si chiede se è possibile per il Comune continuare a versare i contributi presso la società a cui si è già iscritti, oppure vi è l’obbligo di aprire una nuova posizione presso il Fondo Perseo Sirio?

Nella seconda ipotesi, che ne sarà dei soldi accumulati presso il “vecchio” fondo previdenziale?

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *