Questo articolo è stato letto 1.880 volte

Auto elettriche e ulteriori: 200 km di autonomia in 8 minuti di ricarica super

Fonte: newsitaliane.it

polizia-e-auto-elettriche-innovazione-locale-nel-genovese.jpg

Addio alla range anxiety e ai tempi lunghi di ricarica. Arriva una tecnologia che per fare il pieno di energia alle auto elettriche in breve tempo liberando gli utilizzatore dal patema di rimanere a secco o fermi per ore

Abb, infatti, lancia il “caricabatterie” per veicoli più veloce al mondo con potenze fino a 350 kilowatt. Alla fiera di Hannover, la multinazionale svizzera di ingegneria e partner principale del Campionato di Formula E, ha presentato una colonnina di ricarica in grado di aggiungere fino a 200 km di autonomia a un veicolo elettrico in soli 8 minuti.

Nel campionato di Formula E sono state sviluppate soluzione affinché i tempi di ricarica siano ridotti: le monoposto di prima Generazione (batterie da 28kWh) ricaricano in 45 minuti contro i 330 della media dei veicoli sul mercato. Guardando alla prossima stagione, quando scenderà in pista la Generazione 2, le batterie saranno di 54 kWh e i tempi di ricarica arriveranno a 70 minuti: per il doppio dall’autonomia si aumenta il tempo di ricarica di solo 25 minuti.

Lo sviluppo che si sta svolgendo nel primo campionato mondiale di competizioni elettriche viene trasferito sul mercato di massa e questo ne è un esempio.
Infatti, forte dell’esperienza nelle competizioni, i caricabatterie della multinazionale con sede a Zurigo potranno essere installati in tutto il mondo e sono già stati recentemente selezionati per essere impiegati da Electrify America, il più grande progetto di infrastruttura per veicoli elettrici mai realizzato negli Stati Uniti. Si tratta di una rete formata da 6.500 stazioni di ricarica rapida in corrente continua installate in 60 paesi.

Un italiano su 3 comprerebbe un’auto elettrica se la ricarica costasse meno e se ci fossero incentivi fiscali. E’ quanto emerge da un sondaggio di Lorien Consulting per Legambiente, presentato venerdì a Roma insieme al rapporto della ong ambientalista sulla Green Mobility.

Il 33% del campione acquisterebbe un’auto elettrica se costasse meno la ricarica, il 29% se ci fossero degli incentivi fiscali per almeno il 15 – 20% del valore. Il 23% sceglierebbe l’elettrico se fosse più facile trovare punti di rifornimento in città e fuori, il 21% se fosse possibile ricaricare a casa. La maggiore durata della carica spingerebbe all’acquisto il 25%, le migliori performance il 14% e la versione elettrica del modello preferito il 9%.

Calano mezzi pubblici, sale car sharing. L’uso dei mezzi pubblici in Italia è calato del 12% negli ultimi 6 mesi (li hanno usati solo il 52% dei cittadini), mentre quello dei mezzi privati a motore (auto, moto e scooter) è salito del 2% (li ha usati l’89% della popolazione). I dati emergono da un sondaggio della Lorien Consulting per Legambiente, presentato venerdì a Roma insieme al rapporto della ong sulla Green mobility. Cresce la sharing mobility: negli ultimi sei mesi il 13% degli italiani ha usato un’auto condivisa, il 3% in più rispetto al semestre precedente. Il 12% degli italiani usa solo il car sharing per guidare un’auto. Usa la bicicletta il 28% degli italiani: il numero è calato del 4% rispetto al semestre precedente, ma questo secondo i rilevatori è dovuto al minor utilizzo durante la stagione fredda. E’ calato del 2% l’utilizzo dei taxi e dei noleggi, usati dal 17% della popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *