Questo articolo è stato letto 73 volte

Differenza ai fini assicurativi tra veicolo di trasporto e macchina di lavoro

Approfondimento di L. Tassoni

contrassegno-assicurativo-circolare-ministero-dellinterno-dipartimento-di-pubblica-sicurezza-15102015dematerializzazione-dei-contrassegni-relativi-ai-contratti-di-assicurazione-r-c-a.jpg

Nei due precedenti approfondimenti in merito alla giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea sul concetto di circolazione stradale ai fini dell’applicazione delle direttive europee sull’obbligo dell’assicurazione dei veicoli a motore, sono state prese in considerazione due sentenze nelle quali era stato evidenziato il concetto di funzione abituale del veicolo.

Secondo la Corte, infatti, a prescindere dall’area nella quale il veicolo è utilizzato, il concetto di circolazione stradale deve essere considerato in stretta correlazione con il tipo di utilizzo. Infatti, se il veicolo è utilizzato in quanto tale, cioè per il trasporto di persone o di cose, deve sempre essere considerato in circolazione ai fini degli obblighi assicurativi stabiliti dalle direttive europee in materia.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *