Questo articolo è stato letto 30 volte

Il disastro ambientale innominato (II parte)

Scarico3

Non si tratta, pertanto, di una ipotesi cd. nuova incriminazione, di un fatto prima non previsto dalla legge come reato, poiché il disastro ambientale, sia pur nel paradigma cd. innominato era già direttamente punito dall’art. 434 cod. pen. in funzione della tutela apprestata costituzionalmente al bene giuridico-materiale. Si è, piuttosto, al cospetto di un trattamento penale modificativo, in cui il fatto lesivo permane nel suo nucleo essenziale e centrale di disvalore – che il legislatore ha rinnovato – e che risulta descritto, in maggiore aderenza al principio di tassatività, attraverso l’aggiunta di elementi ulteriori, con funzione e connotati specializzanti.

 

Continua a leggere l’APPROFONDIMENTO

Vedi la prima parte

 

PER APPROFONDIRE

Reati ambientali e indagini di polizia giudiziaria

Reati ambientali e indagini di polizia giudiziaria

Luca Ramacci, 2019, Maggioli Editore
Manuale operativo con formulario - Inquinamento da rifiuti, idrico, atmosferico, da rumore e da sostanze pericolose - Violazioni urbanistico-edilizie e tutela del paesaggio - Delitti contro l’ambiente

50,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *