MAGGIOLI EDITORE - Polizialocale


Omessa comunicazione dati conducente: chi è competente per il ricorso?
Corte di Cassazione, ordinanza n. 17026/2017: i giudici ricordano che per i ricorsi a verbali che contestano l'omessa comunicazione dei dati del conducente è competente territorialmente il giudice di pace ove ha sede l'organo accertatore

In caso di ricorso a un verbale che contesta l'omessa comunicazione dei dati del conducente, chi il giudice competente? Se ne occupa la Corte di Cassazione con la sentenza n. 17026/2017. I giudici ricordano l'orientamento consolidato della giurisprudenza, secondo cui l'opposizione avverso l'ordinanzaingiunzione emessa per infrazioni al codice della strada (cos come quella avverso il verbale di contestazione dell'infrazione), per unillecito di tipo omissivo, va proposta dinanzi al giudice del luogo in cui si sarebbe dovuta tenere la condotta che invece mancata. Pertanto, ove sia irrogata la sanzione amministrativa per violazione, da parte del proprietario dell'autoveicolo, dell'obbligo di fornire i dati del conducente all'organo accertatore(ai sensi dell'art. 126-bis, comma 2, del C.d.S)il giudice competente il giudice di pace del luogo dove ha sede l'organo accertatore al quale quei dati andavano inviati. Esegui il login per consultare la sentenza n. 17026/2017

www.polizialocale.com