Documenti di circolazione

Ricerca



8 dicembre 2016

Il pagamento della sanzione correlata alla violazione del C.d.S. non evita obbligo di comunicare i dati del conducente richiesti dalla P.A.

La Corte di Cassazione conferma che nel caso di ipotesi di illecito amministrativo previsto dall’articolo 180, c. 8 C.d.S. risulta sanzionata l’omessa collaborazione che il cittadino deve prestare all’autorità amministrativa al fine di effettuare i necessari e previsti accertamenti per l’espletamento dei servizi di polizia stradale. L’obbligo di comunicare i dati del conducente richiesti dalla P.A., essendo autonomo e destinato ad assolvere una sua funzione propria, non può essere sospeso o eliminato né da eventuale ricorso avverso la violazione principale né da eventuale pagamento della sanzione correlata alla violazione del C.d.S.