Questo articolo è stato letto 33 volte

Il divieto di sosta è valido solo ove venga provata l’esistenza dell’ordinanza di apposizione, mentre sono irrilevanti le mere irregolarità che non incidono sulla possibilità di comprendere il significato del segnale. Corte di Cassazione, sez. VI Civile ordinanza 15 novembre 2013, n. 25771

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.