Questo articolo è stato letto 822 volte

Esempio di memoria difensiva – Passo carrabile a raso e necessità comunque dell’autorizzazione (G. Carmagnini)

Spesso nei ricorsi presentati per violazioni commesse nell’apertura di accessi sulla strada, si confonde l’aspetto legato al pagamento della tassa o del canone per l’occupazione dell’area antistante al passo carrabile con l’autorizzazione prevista dal codice della strada nel caso di realizzazione o mantenimento degli accessi.

Questo vale anche per i passi carrabili a raso, quelli cioè in diretta comunicazione con la carreggiata e realizzati senza opere, dato che anche questi non sfuggono all’obbligo dell’autorizzazione.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.