Questo articolo è stato letto 59 volte

Per le sanzioni amministrative, pecuniarie e accessorie, non si applica il principio della legge successiva più favorevole, ma vale la legge vigente al momento della violazione – Corte di Cassazione Civile, 12/11/2014

Pertanto, per la sospensione della patente di guida disposta cautelarmente dal Prefetto, ancorchè conseguente a reato successivamente depenalizzato, si applica il principio del tempus regit actum.

Vedi il testo della Sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.