Questo articolo è stato letto 3 volte

Automobilista chiede al Comune il risarcimento del danno esistenziale per aver patito quale “cittadino automobilista circolante e fruitore delle strade pubbliche”, il disagio e l’ansia, derivati dalla presenza dei mendicanti ai semafori – Corte di Cassazione, 2/7/2015

La Corte afferma che il Comune dovrebbe adottare provvedimenti contingibili e urgenti che tutelino l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana.

Vedi il testo della Sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.