TRATTENIMENTI E SPETTACOLI
Il TAR Puglia, con sentenza n. 3171/201521, annulla un provvedimento con il quale il Comune aveva disposto la cessazione di attività di intrattenimento musicale effettuata da un locale.

Il Tribunale chiarisce che la fattispecie di cui all’ art. 68 Tulps ricorre nel caso in cui lo spettacolo costituisca l’attività primaria esercitata dall’intrattenitore, invece nel caso concreto, l’attività rimane “ancillante e servente” rispetto a quella primaria che resta la somministrazione di bevande.

Vedi il testo della sentenza

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.