La Corte dei Conti in merito ai proventi delle sanzioni

La Corte, pur comprendendo l’esigenza dell’ente di ovviare al rischio che le entrate accertate in un dato esercizio possano rimanere prive di concreto utilizzo, rende tuttavia un parere negativo e, riferendosi all’art.208 C.d.S., afferma che “non potendo dubitarsi della natura precettiva ed imperativa della norma, le regole che disciplinano l’impiego delle specifiche voci di entrata ivi contenute, che si traducono nella imposizione di un vincolo di destinazione ex lege, devono ritenersi ineludibili”.

Vedi il testo della Delibera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.