Questo articolo è stato letto 20 volte

ADR – Trasporto merci pericolose su strada, sottoscritti accordi internazionali

In tema di Trasporto di Merci Pericolose, nazionale e internazionale, il Ministero ha sottoscritto alcuni Accordi Multilaterali ADR e RID promossi in ambito internazionale da alcuni Paesi. Alcuni di essi sono volti a fronteggiare le problematiche connesse con pandemia da COVID-19 nel settore dei trasporti.
M331 e RID 8/2020
Controlli periodici sui recipienti a pressione e recipienti criogenici chiusi, per alcuni gas della Classe 2
Con gli Accordi M331 e RID 8/2020 è permesso fino al 28 febbraio 2021, in deroga al termine previsto dalle Istruzioni di Imballaggio P200 e P203, il riempimento e il trasporto di recipienti a pressione e di recipienti criogenici chiusi che arrivano a scopo di ricarica e che hanno superato il termine dei controlli periodici e prove, per un limitato numero di gas.

Per i recipienti a pressione la deroga riguarda i seguenti numeri: UN1002, UN 1013, UN1046, UN 1070, UN 1072, UN 1660, UN 1956, UN 3156, UN 3157.

Per i recipienti criogenici chiusi la deroga riguarda i seguenti numeri: UN 1073, UN 1963, UN 1977.
Lo speditore dovrà riportare nel Documento di trasporto la seguente dicitura: “Trasporto in conformità con l’1.5.1 ADR (M331)” o “Trasporto in conformità con l’1.5.1 RID (RID 08/2020)”.

Gli Accordi Multilaterali valgono per i trasporti nazionali all’interno dei territori dei Paesi firmatari di ogni singolo Accordo, e per i trasporti internazionali tra i medesimi Paesi.

Tutte le altre disposizioni dell’ADR e RID devono comunque essere applicate.

Per altre informazioni e testi degli Accordi si vedano i siti web dell’ONU (strada) e dell’OTIF (ferrovia):
http://www.unece.org/trans/danger/multi/multi.html

Fonte: www.mit.gov.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.