Questo articolo è stato letto 20 volte

Forum “Cantiere Innovazione”: L’Agenda per la Semplificazione: contenuti e temi

Come già segnalato  nell’articolo “Una PA davvero al servizio delle persone normali, delle famiglie, delle piccole imprese“, lo scorso 6 luglio è andata in scena la prima edizione di Forum Cantiere Innovazione, un’occasione di analisi e confronto sulla semplificazione amministrativa, un tema di straordinaria attualità per il nostro Paese. Protagonisti di primo piano del mondo istituzionale ed imprenditoriale, oltre ad esperti di estrazione professionale, si sono infatti confrontati sul tema della semplificazione dei rapporti tra PA e operatori economici, la chiave di volta per favorire l’efficace attuazione del Recovery Plan (PNRR).

Dopo l’intervento introduttivo del ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, il programma della giornata è proseguito con la prima sessione di lavori intitolata “L’Agenda per la Semplificazione: contenuti e temi”. A confrontarsi su quest’ambito sono stati: Veronica Nicotra, Segretario generale ANCI, Laura Faina, Responsabile del Settore Attività Legislativa e Consulenza Giuridica, Regione Piemonte e Mauro Minenna, Capo Dipartimento per la Trasformazione digitale.

Il Segretario generale dell’ANCI ha risposto ad alcune domande circa le potenzialità, per gli Enti locali, delle riforme già in atto e di quelle all’orizzonte. In quest’ottica, la riflessione inizia dalle funzionalità dell’Agenda per la semplificazione: “L’Agenda è un corposo documento che modifica un altro vademecum redatto in precedenza, recependo il contributo di tutti gli attori istituzionali, – ha spiegato Nicotra – e che comprende un cronoprogramma di attività molto complesso. Come ANCI, siamo impegnati nella realizzazione dei due obiettivi principali: alleggerimento della burocrazia e riduzione dei tempi e dei costi. Il nesso tra questi due aspetti, si capisce intuitivamente, è molto forte. Oggi, ancor più che in passato, occorre eliminare molti oneri estremamente perniciosi, facendo dunque più affidamento sugli operatori economici; consentire agli Enti locali di rispondere più facilmente a cittadini e imprese è dunque fondamentale ridurre norme e adempimenti eccessivamente gravosi.”

Il Segretario Nicotra ha sottolineato l’importanza della transizione digitale: “Voglio esprimere il mio plauso all’approccio e al metodo del ministro per l’Innovazione tecnologica Colao; come sapete, il Recovery Plan ha previsto diversi comitati, tra cui quello appunto sulla transizione; nel coordinarne i lavori, il ministro Colao si è dimostrato molto attivo, preciso e propositivo. Un approccio veramente innovativo su questo tema, specialmente operando qualche confronto rispetto al passato. Il tema del cloud, peraltro, per quanto concerne il sistema dei Comuni, richiede una profonda sinergia con i privati, unica soluzione possibile per riuscire a trasformare il cartaceo in digitale. I Comuni, infatti, – ha concluso Nicotra – non hanno risorse umane sufficienti per ottenere da soli tale obiettivo. A tal fine, l’unica strada è una collaborazione che offra concrete garanzie agli Enti. Portare tutto in cloud, d’altronde, significa trasferire milioni di pratiche dal formato analogico a quello digitale”.

IL VIDEO INTEGRALE DELLA SESSIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.