Questo articolo è stato letto 85 volte

Danno erariale al Sindaco che eroga la retribuzione di risultato in assenza di obiettivi

La mancata attivazione del ciclo della performance, per colpa di amministrazioni precedenti, il ricorso giudiziale minacciato dai responsabili di posizione organizzativa, non abilita il Sindaco a disporre in via retroattiva la retribuzione di risultato, anche se quest’ultima sia posta al minimo previsto dalla normativa contrattuale. Con queste conclusioni la Corte dei conti, Sezione Giurisdizionale d’Appello per la Regione Siciliana, con la sentenza 138/2021 ha confermato la condanna del Sindaco anche se applicando il potere di riduzione.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.