Questo articolo è stato letto 430 volte

Novità in materia di circolazione di prova – prime note

Si ricorderà che dopo alcuni interventi della Cassazione ai quali seguì una circolare del Ministero dell’interno, era stata posta in discussione la possibilità di utilizzare l’autorizzazione e la relativa targa per la circolazione di prova per i veicoli già immatricolati, con la conseguenza di rendere inoperante l’assicurazione legata alla targa provvisoria, per cui ove il veicolo immatricolato non fosse stato dotato di assicurazione RCA, si sarebbe dovuto procedere ai sensi dell’articolo 193 del codice della strada. In conseguenza di un confronto tra il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e quello dell’interno era stato deciso di non dare seguito a tale interpretazione e di continuare a consentire la circolazione di prova anche per i veicoli già immatricolati, nelle more di un parere risolutivo del Consiglio di Stato, che mai ha visto la luce. Di conseguenza, fino al 10 settembre 2021 la situazione era quella determinata dall’accordo dei due dicasteri di non applicare l’interpretazione fornita dal diritto vivente e di continuare secondo i pareri del MIMS a consentire l’uso della targa prova sui veicoli immatricolati, anche ai fini assicurativi e a tanto si sono attenuti gli organi di polizia stradale.

Con il nuovo Decreto legge 121/2021 il Governo, anticipando l’annunciata riforma del d.P.R. 474/2001 (regolamento per la circolazione di prova), ha disposto che l’autorizzazione e la relativa targa per la circolazione di prova possono essere utilizzati sui veicoli immatricolati e che opera l’assicurazione legata all’autorizzazione predetta, in luogo di quella eventualmente stipulata per il veicolo immatricolato. Di fatto, tale novità ha definitivamente superato le disposizioni interlocutorie dei due Ministeri.

Ma vi è di più; il decreto legge ha anche disposto, a modifica delle precedenti disposizioni operative derivanti sia dalla lettura del d.P.R. 474/2001, sia dalla giurisprudenza consolidata, che l’uso della targa prova deroga anche all’obbligo di revisione stabilito dall’articolo 80 del codice della strada, così che un veicolo immatricolato e non sottoposto alla revisione può essere posto in circolazione di prova, a partire dall’11 settembre 2021, senza incorrere nella violazione dell’articolo 80, comma 14.

In attesa di eventuali indirizzi operativi del Ministero dell’interno, alla luce della vigente normativa, nonché  della giurisprudenza conosciuta, si ritiene che mentre la copertura assicurativa continui ad operare anche in caso di uso improprio dell’autorizzazione e della relativa targa per la circolazione di prova, salvo diritto di rivalsa della compagnia assicuratrice e con applicazione della sanzione prevista dall’articolo 98, comma 3, del codice della strada, per quanto riguarda invece la deroga dall’obbligo della revisione, pare logico concludere che questa non operi nel caso di uso improprio dell’autorizzazione e della relativa targa per la circolazione di prova, per cui troveranno applicazione sia le sanzioni dell’articolo 98, comma 3 (uso improprio del titolo), sia quelle dell’articolo 80, comma 14 (omessa revisione).

 

PER APPROFONDIRE

 

DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 121  (G.U. n. 217 del 10/9/2021) 
Disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalita’ del Ministero delle infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali”.

 

 

Gli articoli del Codice della Strada e delle leggi complemetari aggiornati con le modifiche apportate dal DL 10/9/2021, n. 121

 

 

Decreto legislativo 30/4/1992 n. 285 (S.O. 18/5/1992 n. 114) – Nuovo codice della strada

Articolo 7 – Regolamentazione della circolazione nei centri abitati

Articolo 12 – Espletamento dei servizi di Polizia Stradale

Articolo 61 – Sagoma limite

Articolo 80 – Revisioni

Articolo 116 – Patente e abilitazioni professionali per la guida di veicoli a motore

Articolo 158 – Divieto di fermata e di sosta dei veicoli

Articolo 188 – Circolazione e sosta dei veicoli al servizio di persone invalide

Articolo 188 bis – Sosta dei veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni

 

Decreto legislativo 21/11/2005 n. 286 (G.U. 9/1/2006 n. 6) – Disposizioni per il riassetto normativo in materia di liberalizzazione regolata dell’esercizio dell’attivita’ di autotrasportatore

Articolo 14 – Qualificazione iniziale e formazione periodica dei conducenti

Articolo 22 – Codice comunitario

 

Decreto Legge 17/3/2020 n. 18 (G.U. 17/3/2020 n. 70) – Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

Articolo 92 – Disposizioni in materia di trasporto marittimo di merci e di persone, nonchè di circolazione di veicoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.