Questo articolo è stato letto 60 volte

Violazione del divieto di gareggiare in velocità

GIURISPRUDENZA

 

› circolazione stradale
› violazione del divieto di gareggiare in velocità

 

Corte di Cassazione Penale sez. V 9/6/2021 n. 22768

In tema di circolazione stradale, in caso di violazione del divieto di gareggiare in velocità a cui consegua la morte di una o più persone, è configurabile il delitto di cui all’art. 9-ter, comma 2, C.d.S. e non anche il reato di omicidio stradale di cui all’art. 589-bis cod. pen., difettandone gli elementi costitutivi, atteso che, in tal caso, la morte non è determinata da una condotta colposa bensì dolosa, alla quale si accompagna la sola prevedibilità dell’evento.

 

Consulta la SENTENZA

 

 RIFERIMENTI NORMATIVI

Decreto legislativo 30/4/1992 n. 285 (S.O. 18/5/1992 n. 114)
Nuovo codice della strada

Codice Penale 19/10/1930 n. 1398 (S.O. 26/10/1930 n. 251)
Approvazione del testo definitivo del Codice penale

PER AGGIORNARSI

 

CORSO ONLINE IN DIRETTA

 


Aggiornamenti in materia di circolazione stradale

Le novità introdotte dalla Legge di conversione del D.L. n. 121/2021

cura di Giuseppe Carmagnini

Corso on-line in Diretta
Martedì 23 novembre 2021
ore 09.00 – 12.00

Il corso, di taglio pratico, esamina le disposizioni in materia di circolazione stradale introdotte dalla Legge di conversione del Decreto-Legge 10 settembre 2021, n. 121.
Le novità sono numerose e di immediato rilievo operativo per le attività di polizia stradale, soprattutto con riguardo alla disciplina della sosta.
Saranno quindi affrontate tutte le questioni aperte dalla riforma, anche le più particolari e controverse, in modo da fornire orientamenti utili per una corretta interpretazione e applicazione delle nuove norme.
Con l’occasione si commenteranno anche gli ultimi orientamenti di prassi e giurisprudenza di rilievo per il Codice della strada. Infine un apposito focus sarà dedicato alle ricadute operative conseguenti alle modifiche al Codice di procedura penale (Legge n. 134/2021), in vigore dal 19 ottobre.
Attraverso le apposite funzionalità della piattaforma sarà possibile porre domande e quesiti al docente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.