Casi Risolti – Soggetto senza Green Pass rafforzato – rifiuto di uscire dal ristorante

IL CASO

Se una persona accede in un luogo chiuso dov’è previsto anche il Green pass rafforzato (ristorante al tavolo), senza averlo. Oppure in un locale pubblico chiuso senza mascherina. Se questa persona non collabora e si rifiuta di uscire, cosa si può fare?

Le norme che prevedono prescrizioni di solito non contengono disposizioni che regolano il comportamento da tenere in caso di ulteriore inottemperanza.

Il comportamento degli organi di polizia, quindi, varierà in ragione della situazione e della gravità dell’illecito, soprattutto in ragione delle conseguenze che ne possono derivare. Pertanto, il caso di rifiuto di allontanarsi dal locale pur non essendo vaccinato, sicuramente rappresenta l’inottemperanza a un ordine legittimamente impartito per motivi sia di sicurezza pubblica, sia di igiene che di giustizia e quindi è corretta l’applicazione dell’articolo 650 del codice penale.

Inosservanza dei provvedimenti dell’autorità

È obbligatorio osservare un provvedimento legalmente (cioè nei casi e con le forme previste dalla legge) dato dall’autorità per ragione di giustizia (cioè per agevolare le funzioni della magistratura e della Polizia giudiziaria) o di sicurezza pubblica (cioè per una delle finalità indicate nell’art. 1 del TULPS che sono mantenimento dell’ordine pubblico, sicurezza dei cittadini e loro incolumità, tutela della proprietà, prestazioni di soccorso in caso di pubblici o privati infortuni, e prevenzione dei reati) o d’ordine pubblico (per la tutela della tranquillità pubblica e dell’armonia sociale) o d’igiene (per la sanità pubblica).

SANZIONE:
Arresto fino a 3 mesi o ammenda fino a 206 euro

NOTE OPERATIVE:
1) Fotosegnalamento, se il soggetto risulta privo di documento d’identità;
2) Precedenti dattiloscopici (AFIS) e risultanze SDI;
3) Redigere verbale di identificazione, di sommarie informazioni testimoniali o di spontanee dichiarazioni dell’indagato, di elezione di domicilio e nomina difensore nei confronti dell’indagato e informativa alla Procura della Repubblica presso il Tribunale.

Se il rifiuto opposto all’ordine perdura vi è l’obbligo, per le medesime ragioni, soprattutto per la tutela della salute pubblica, di allontanare la persona, eventualmente anche con la forza commisurata alla resistenza opposta, che potrà essere passiva, ovvero attiva e in tale ultimo caso si ravviserà l’ulteriore reato di cui all’articolo 337 del codice penale (Resistenza a un pubblico ufficiale).

La sanzione per il mancato rispetto dei provvedimenti anti-Covid è sempre quella dell’articolo 4 del decreto legge 19/2020 (salvo per i pubblici dipendenti per i quali varia l’entità della sanzione) e il Governo ha fornito una esaustiva tabella relativa agli obblighi del green pass, dove per ogni attività viene indicato se è necessaria la certificazione base, ovvero quella rafforzata. https://www.governo.it/sites/governo.it/files/tabella_attivita_consentite.pdf

 

 

ARCHIVIO

 

Non  sei abbonato?

Contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.