Resta a carico dell’imputato la prova del non corretto funzionamento dell’etilometro

GIURISPRUDENZA

 

› Circolazione stradale
› Guida in stato d’ebbrezza, aggravata dall’orario notturno
› Buon funzionamento dell’etilometro

Corte di Cassazione Penale sez. IV 28/2/2022 n. 6949

L’esito positivo dell’alcoltest costituisce prova dello stato di ebbrezza – stante l’affidabilità di tale strumento in ragione dei controlli periodici rivolti a verificarne il perdurante funzionamento successivamente all’omologazione e alla taratura – con la conseguenza che é onere della difesa dell’imputato fornire la prova contraria a detto accertamento, dimostrando l’assenza o l’inattualità dei prescritti controlli, tramite l’escussione del dirigente del reparto addetto ai controlli o la produzione di copia del libretto metrologico dell’etilometro.

 

CONSULTA LA SENTENZA

 

 

TI CONSIGLIAMO

main product photoProntuario delle violazioni al Codice della strada e alle leggi sulla circolazione dei veicolidi  Massimo Ancillotti, Giuseppe Carmagnini

 

ACQUISTA

 

LASCIA UN COMMEN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.