Questo articolo è stato letto 1 volte

Vivifacile, l’automobilista italiano è connesso

vivifacile-lautomobilista-italiano-connesso.jpg

Nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha presentato il servizio Vivifacile (www.vivifacile.gov.it) dedicato a 36 milioni di automobilisti e a 45 milioni di veicoli circolanti. Grazie a questa iniziativa, che attua quanto previsto dal Protocollo d’intesa firmato lo scorso 12 ottobre con il collega Altero Matteoli, i cittadini possono registrarsi al portale e ricevere sul proprio computer (oppure via SMS o ancora tramite PEC) informazioni o avvisi sulla scadenza della patente, sulla revisione dei veicoli e sull’aggiornamento dei punti patente (sia perduti sia guadagnati). In questo modo gli automobilisti potranno essere informati in tempo reale e non incorrere così nelle sanzioni previste dalla legge. Il Ministro Brunetta ha mostrato come grazie a Vivifacile sia anche possibile accedere al servizio ScuolaMia, la piattaforma che permette alle scuole di erogare alle famiglie degli studenti servizi digitali come la pagella online, le comunicazioni sulle assenze, (anche tramite SMS), la prenotazione dei colloqui con i docenti e la richiesta di certificati.

Vivifacile dà un nuovo impulso alla PA, mettendo al centro della propria azione la soddisfazione dei suoi clienti: cittadini, imprese, professionisti. Questo servizio innovativo a livello internazionale (e nei giorni scorsi ha ottenuto l’entusiastica approvazione dalla vicepresidente della Commissione Europea Neelie Kroes) abilita con un solo accesso a tutti i servizi online della PA centrale e locale, prevedendo la convergenza – nell’ambito del Sistema Pubblico di Connettività – tra Internet e telefono cellulare. Tutto questo per rendere accessibili i servizi di tutta la Pubblica Amministrazione 365 giorni l’anno, 24 ore al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *