Questo articolo è stato letto 0 volte

Confronto tra la Prefettura di Firenze e il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti in materia di deroghe alla circolazione dei mezzi pesanti per esercitazioni e manifestazioni
L’approfondimento a cura di Giuseppe Carmagnini

confronto-tra-la-prefettura-di-firenze-e-il-ministero-delle-infrastrutture-e-dei-trasporti-in-materia-di-deroghe-alla-circolazione-dei-mezzi-pesanti-per-esercitazioni-e-manifestazionilapprofondimento.jpg

Le prefetture danno attuazione al decreto annuale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, inerente le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per i veicoli di massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate, emanando l’apposita ordinanza prevista dall’articolo 6 del codice della strada. Inoltre, come di consueto, con il decreto sono fornite le direttive che regolano la circolazione dei mezzi pesanti in deroga ai divieti fissati, anche tramite il rilascio di autorizzazioni prefettizie.
La Prefettura di Firenze, consultata dall’ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), con parere 20257 del 12 aprile 2011 aveva risposto in maniera affermativa circa la possibilità per un mezzo munito di gru, di massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate, di circolare nei giorni in cui opera il divieto di circolazione fuori dai centri abitati, anche quando non si tratta di emergenze, ma di esercitazioni, simulazione e gestione di campi meeting, sulla base del fatto che un’esercitazione non potrebbe essere efficace ove programmata e che quindi tale attività dovrebbe essere assimilata alle emergenze che consentono la circolazione in deroga ai divieti, anche senza specifiche autorizzazioni…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *