Questo articolo è stato letto 1 volte

Quale la ragionevolezza delle sanzioni penali? (per il trasporto dei rifiuti pericolosi senza formulario) (Seconda parte). Approfondimento di A. Pierobon

quale-la-ragionevolezza-delle-sanzioni-penali-per-il-trasporto-dei-rifiuti-pericolosi-senza-formulario-seconda-parte-approfondimento-di-a-pierobon.jpg

Vedi la prima parte
 

Il “fatto” e la sua rilevanza (o irrilevanza)
Questi “fatti” – trasporto di rifiuti pericolosi senza formulario – in quanto contemplano un comportamento potenzialmente lesivo dell’ambiente (e quindi reputato abbisognevole di tutela), venivano considerati quali reati prima del “Sistri-pensiero”, essi fatti però non mutano (nella struttura e nell’essenza della fattispecie) con l’avvento del Sistri (1).
Ora, per le note traversie del legislatore, i medesimi fatti (con rapporto di continenza tra vecchia e nuova norma) tramite novatio legis vengono trattati diversamente, per quanto riguarda la loro vigenza (transitorietà).
E, tanto è avvenuto senza valutare il giudizio di disvalore alla base dell’illecito che persiste in entrambi i fatti-comportamenti della fattispecie incriminatrice. Cioè non è mutata la valutazione comparativa tra la tutela e la pericolosità della condotta…

Continua a leggere 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *