Questo articolo è stato letto 1 volte

La norma che consente all’Amministrazione di stare in giudizio a mezzo di propri funzionari appositamente delegati non prevede distinzioni in ordine all’attività o ai singoli atti che essi possano porre in essere. Cassazione civile,  sez. II, 21/12/2012, n. 23826

la-norma-che-consente-allamministrazione-di-stare-in-giudizio-a-mezzo-di-propri-funzionari-appositamente-delegati-non-prevede-distinzioni-in-ordine-allattivit-o-ai-singoli-atti-che-essi-poss.jpg

Ne consegue che tra l’attività delegata non può non rientrare anche la redazione della memoria di costituzione, la quale costituisce l’atto principale della difesa in giudizio dell’Amministrazione e che, pertanto, può essere sottoscritta dal solo delegato e non anche dal soggetto delegante.

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *