Questo articolo è stato letto 1 volte

Ai fini dell’accertamento del reato di guida in stato d’ebbrezza, i risultati del prelievo ematico, effettuato durante il ricovero presso una struttura ospedaliera (e secondo i normali protocolli), sono utilizzabili per l’accertamento del reato – Corte di Cassazione Penale, 8/10/2014

ai-fini-dellaccertamento-del-reato-di-guida-in-stato-debbrezza-i-risultati-del-prelievo-ematico-effettuato-durante-il-ricovero-presso-una-struttura-ospedaliera-e-secondo-i-normali-pro.jpg

Sono, infatti, elementi di prova acquisiti attraverso la documentazione medica, per cui il consenso è irrilevante.

Vedi il testo della Sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *