Questo articolo è stato letto 0 volte

Nuove intestazioni: una storia infinita

Polizia-Stradale
Polizia-StradaleSi succedono con velocità inaspettata interpretazioni, commenti di esperti, e, notizia dell’ultima ora, una nuova circolare del MIT a pochissimi giorni dall’entrata in vigore delle nuove norme.
Trascurando le pagine e pagine di disposizioni tecniche per gli uffici periferici, diamo un’occhiata ad alcune questioni particolari.
Stiamo parlando della Circolare n. 27343 emessa dal MIT il 27 ottobre 2014, dove si legge che scaduti i termini di utilizzo del veicolo annotati sulla carta di circolazione, tenuto conto che l’obbligo di annotazione scatta solo per i periodi superiori a 30 gg, se l’utilizzatore continua ad utilizzare il veicolo non occorre alcuna altra annotazione, salvo che il nuovo titolo di disponibilità non superi i 30 gg.
La circolare poi si addentra nelle modalità di calcolo su come stabilire la decorrenza dalla quale far partire i 30 gg utili per richiede l’aggiornamento della carta di circolazione.
Interessante la parte in cui ci ricorda che il comodato, come previsto dal codice civile, può essere frutto anche di accordo orale. Una provocazione: sarà forse necessario esperire accertamenti audio/video ex art. 13 legge 689/81 per accertare la decorrenza del comodato.
La circolare spiega poi minuziosamente gli adempimenti in caso di locazione, sub-locazione, veicoli aziendali, ecc ecc
Una precisazione di interesse per gli uffici di polizia che hanno veicoli in utilizzo a seguito di provvedimenti dell’autorità giudiziaria: la circolare ministeriale ritiene che, almeno per ora, non ricorra l’obbligo di aggiornamento (fatto salvo ovviamente l’aggiornamento se richiesto dall’amministrazione che ne ha interesse).
Forse deve passare ancora molta acqua sotto i ponti prima che le nuove regole “vadano a regime”
M. Marchi
Per Approfondimenti www.vigilaresullastrada.it

4 thoughts on “Nuove intestazioni: una storia infinita

  1. Per accertare la decorrenza dei fatidici 30 giorni si deve seguire il comodatario a casa, mangiare e dormire con lui, andare a lavoro con lui e portare l’auto al meccanico e all’autolavaggio insieme a lui.
    Che leggi assurde.

    Emanuele

    • ….oppure legarlo ad una sedia, puntargli la lampada in faccia e farlo confessare, ex articolo 13 legge 689/81 ………una follia……

      • mi sto divertendo . se consegno un mezzo in comodato gratuito , vado all’agenzia delle entrate e registro il contratto con durata del comodato . per le aziende , so per esperienza lavorativa , che insieme ai documenti ci deve essere una busta paga di chi guida , se è un padroncino esiste un contratto che determina la partita iva del guidatore . vedo che la polstrada fa questi controlli . francamente se le leggi vengono fatte da incompetenti , i vostri commenti sono anche carini !!!!!!!!!!! ciao a tutti

  2. E’ un’idea….! Anche in ginocchio sui ceci, con il capo cosparso di cenere e con una corona di spine…. Poi gli si dice: “ha qualcosa da inserire a verbale?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *