Questo articolo è stato letto 21 volte

Articolo 94 C.d.S. e veicoli in locazione: una storia infinita!

passaggio-chiavi-intestazione-veicoli
passaggio-chiavi-intestazione-veicoliRicordiamo tutti la “telenovela” sull’entrata in vigore dell’art. 94/4-bis cds che, pur previsto dalla legge 120/2010, ha avuto necessità di quattro anni per “andare a regime”, per poi finire sotto la scure del TAR del Lazio che ha sospeso la disposizioni del MIT nella parte in cui sanciva l’obbligo di aggiornamento nell’ipotesi di veicolo dato in locazione senza conducente per un periodo superiore a 30 gg.
Tutto chiaro? Pareva di sì, invece, da buoni giocatori di poker…rilanciamo.
In pratica, il MIT, con la circolare prot. 6062 del 9 marzo 2015  ha revocato la circolare precedente nella parte di istruzioni sospesa dal TAR, ma ha ribadito l’obbligo di aggiornamento degli archivi in forza dell’art. 247-bis comma 2 punto B DPR 495/92.
Quali le conseguenze?
Che, pur sospesa (anzi revocata in autotutela dopo la sospensione del TAR) la circolare del MIT, quella nuova del 9 marzo 2015, non oggetto di ricorsi al TAR (almeno non se ne ha notizia per ora), ribadisce la vigenza dell’art. 247-bis del regolamento di esecuzione del codice della strada, con obbligo a carico del locatario di effettuare le dovute comunicazioni.
Obbligo da quando in vigore?
In teoria non si dovrebbe porre il problema se si sposa l’interpretazione del MIT secondo la quale l’obbligo non sarebbe mai venuto meno restando vigente il più volte citato 247-bis oppure conteggiare i 30 gg dal 9 marzo 2015, data della circolare?
Agli esperti di chiromanzia la risposta
Maurizio Marchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *