Questo articolo è stato letto 20 volte

In caso di violazione dei limiti di velocità, l’art. 142, comma 6, c.d.s. prevede che per la determinazione dei limiti di velocità sono considerate fonti di prova le risultanze delle apparecchiature debitamente omologate. Di conseguenza, sono superflue tutte le produzioni in giudizio diverse dal verbale di contestazione – Corte di Cassazione Civile, 11/3/2015

in-caso-di-violazione-dei-limiti-di-velocit-lart-142-comma-6-c-d-s-prevede-che-per-la-determinazione-dei-limiti-di-velocit-sono-considerate-fonti-di-prova-le-risultanze-del.jpg

Vedi il testo della Sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *