Questo articolo è stato letto 2 volte

DIVIETO DI CIRCOLAZIONE NELLE CORSIE RISERVATE
La carenza dell’elemento soggettivo o la causa di esclusione dalla responsabilità devono essere provate da chi le invoca.

divieto-di-circolazione-nelle-corsie-riservatela-carenza-dellelemento-soggettivo-o-la-causa-di-esclusione-dalla-responsabilit-devono-essere-provate-da-chi-le-invoca.jpg

Inoltre, la Cassazione conferma che per le corsie riservate ai mezzi pubblici possono essere collocati gli strumenti per l’accertamento automatico delle violazioni senza necessità di autorizzazioni da parte del MIT.

Vedi il testo della sentenza della Corte di Cassazione, 16 febbraio 2016, n. 2956

 


Novità editoriale:

Depenalizzazione e decriminalizzazione
di Giuseppe Napolitano e Fabio Piccioni

Puntuale commento alle novità introdotte dai decreti legislativi in materia di depenalizzazione e decriminalizzazione, che hanno profondamente modificato il sistema sanzionatorio, attraverso la previsione di istituti complementari alla leva penalistica, l’abrogazione di reati e l’introduzione di illeciti con sanzioni pecuniarie civili


Clicca qui per maggiori informazioni

 

Eventi e formazione

 
La gestione delle entrate vincolate del Codice della strada alla luce della contabilità armonizzata

Docente: Claudio Malavasi

Le nuove forme di trattenimento, temporanee e permanenti, in sede fissa

Docente: Saverio Linguanti

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *