Questo articolo è stato letto 333 volte

Offesa al vigile non è più reato

assunzioni-agenti-stagionali-di-pl-parere-della-corte-dei-conti.jpg

A seguito della depenalizzazione del reato di ingiuria, non è più reato offendere un poliziotto o un vigile purché non stia elevando una multa o non stia compiendo un atto delle proprie funzioni.
Non scatta quindi alcun procedimento penale per chi si rivolge ad un agente con parolacce o frasi estremamente offensive e volgari, salvo che vi sia anche una minaccia.

Corte di Cassazione Penale sez. V 19/8/2016 n. 35119

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *