Questo articolo è stato letto 481 volte

Quadricicli e patente AM: nuovi chiarimenti del MIT

patente AM quadricicli

Con la recente Circolare prot. 920 del 16.1.2017 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti interviene nuovamente sulle caratteristiche dei quadricicli leggeri che possono essere condotti con la patente di guida della categoria AM.

Quadricicli e patente AM: servono nuovi chiarimenti

La circolare prot. 27747 del 9 dicembre 2016, sempre sullo stesso oggetto, aveva emanato primi chiarimenti interpretativi in materia di guida di quadricicli leggeri, alla luce dell’entrata in vigore del regolamento 168/2013. Di questa circolare di fine 2016 avevamo già dato notizia e fornito un primo commento di carattere interpretativo. Ma alla luce di ulteriori richieste di chiarimenti pervenute, il MIT ritiene necessario fornire ulteriori disposizioni in merito.

La nuova classificazione dei quadricicli leggeri: in vigore da 1.1.2016

Come noto, dal 1 gennaio 2016 la direttiva 2002/24/CE è stata abrogata e sostituita dal regolamento 168/2013 “relativo all‘omologazione e alla vigilanza del mercato dei veicoli a motore a due o tre ruote e dei quadricicli”, che ha ridefinito la categoria dei quadricicli leggeri (L6e), con una nuova classificazione.

Quali quadricicli si possono condurre con la patente di guida della categoria AM?

Alla luce della nuova normativa, introdotta dal regolamento 168/2013 – che, si ricorda, è immediatamente applicabile senza necessità, per gli Stati membri, di predisporre un atto di recepimento – ne discende che con la patente di guida della categoria AM è possibile condurre (con decorrenza 1 gennaio 2016) veicoli della categoria L6e-B di potenza fino a 6 kW.

Infine, il MIT segnala che la Circolare prot. 27747 del 9 dicembre 2016 è abrogata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *