Questo articolo è stato letto 2.473 volte

Sicurezza urbana: il Decreto-legge pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Decreto Legge sicurezza urbana

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’atteso decreto-legge 14/2017 in materia di sicurezza urbana di cui avevamo già dato notizia negli ultimi giorni (a questo link la prima analisi della bozza di testo).

TI interessa conoscere liter di conversione del Decreto legge sicurezza urbana? Clicca qui

Sicurezza urbana: le novità introdotte dal decreto

Il testo conferma quanto anticipato:

  1. rafforzato il potere dei sindaci;
  2. introdotte sanzioni ai danni di chi impedisce l’accesso a infrastrutture correlate al trasporto pubblico, ma anche a aree sensibili sottoposte a misure di tutela (parchi, musei e luoghi di cultura in generale);
  3. previsto il daspo cittadino per prevenire lo spaccio di stupefacenti.

 

Provvedimento di allontanamento dai luoghi sensibili

L’articolo 9 introduce la sanzione dai 100 ai 300 euro per chiunque ponga in essere condotte che limitano la libera accessibilità alle aree di cui al punto 2. Oltre a ciò al trasgressore verrà ordinato l’allontanamento dal luogo di commissione dei fatti. L’ordine, messo per iscritto dall’organo accertatore, avrà durata di quarantottore ore e la sua violazione comporterà il pagamento della medesima sanzione dai 100 ai 300 euro, raddoppiata.

In caso di reiterazione della condotta criminosa è previsto l’intervento diretto del questore, il quale può disporre il divieto di accesso a una o più di queste aree sensibili per un periodo massimo di sei mesi. Ancora, se il soggetto a cui è rivolto il divieto ha subito condanne negli ultimi 5 anni per reati contro la persona o il patrimonio, la durata sarà fra i sei mesi e i due anni.

I proventi così raccolti andranno a finanziare iniziative di tutela del decoro urbano.

 

Daspo dai locali pubblici in caso di condanne per spaccio

Un simile provvedimento di allontanamento è previsto anche per chi sia stato condannato per vendita di sostanze stupefacenti all’interno o nei pressi di bar, pub, ristoranti e locali aperti al pubblico in generale. Nei confronti di questi soggetti sarà possibile attuare ulteriori misure:

  1. obbligo di presentarsi almeno due volte a settimana presso il locale ufficio della Polizia di Stato o presso il comando dell’Arma dei carabinieri territorialmente competente;
  2. obbligo di rientrare nella propria abitazione, o in altro luogo di privata dimora, entro una determinata ora e di non uscirne prima di altra ora prefissata;
  3. divieto di allontanarsi dal comune di residenza;
  4. obbligo di comparire in un ufficio o comando di polizia specificamente indicato, negli orari di entrata ed uscita dagli istituti scolastici.

Per la violazione di questo divieto è prevista una sanzione dai 10mila ai 40mila euro.

Consulta il testo del Decreto-Legge n. 14, del 20.2.2017

One thought on “Sicurezza urbana: il Decreto-legge pubblicato in Gazzetta Ufficiale

  1. Pingback: Decreto Sicurezza Urbana, nuovi poteri sindaci: cosa si rischia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *