Questo articolo è stato letto 137 volte

IL CASO – Semaforo pedonale a chiamata – soluzione

passaggio-con-semaforo-rosso-il-diritto-alla-privacy-non-salva-il-trasgressore.jpg

Si chiede cortesemente un chiarimento riguardo alla possibilità di realizzazione di un attraversamento pedonale semaforizzato esclusivamente “a chiamata pedonale” (art. 162 comma 6) funzionante nel seguente modo:

Lanterne semaforiche veicolari normali (art. 159 DPR 495/92 commi 1, 3), funzionanti durante tutto l’arco della giornata in modalità giallo lampeggiante (art. 169 commi 1, 3), contemporanee al funzionamento delle relative lanterne semaforiche pedonali (art. 162) in modalità “pedone rosso” (art. 162 comma 3 lettera c).

Al momento della chiamata effettuata dal pedone, le lanterne veicolari entrerebbero in funzione tricolore (art. 159 commi 1, 3) per il tempo necessario all’espletamento delle modalità dedicate all’attraversamento dei pedoni (art. 162), per poi ritornare, fino ad una nuova chiamata pedonale, alle modalità descritte nel periodo precedente.

Infine, nel caso in cui il funzionamento sopradescritto non fosse in contrasto con la normativa vigente, si richiede un ulteriore chiarimento in merito alla sequenza di accensione delle lanterne veicolari nelle fasi di transizione che si realizzerebbero nel passaggio tra la modalità giallo lampeggiante e quella tricolore e viceversa.
>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *