Questo articolo è stato letto 115 volte

IL CASO – Veicolo intestato a persona deceduta – sanzione per violazione dei limiti di velocità – iscrizione di un comodato decennale in capo all’erede

la-comunicazione-dellavvenuta-decurtazione-di-punti-non-un-atto-impugnabile-autonomamente-consiglio-di-stato-sez-iv-4122012-n-6189.jpg

A seguito accertamento eseguito con autovelox e con contestazione differita, il relativo atto giudiziario veniva restituito al mittente, essendo l’intestatario deceduto nel giugno 2017.

Come di prassi, verificata l’anagrafica di colui che provvedeva al pagamento della polizza assicurativa, nella fattispecie il figlio, si procedeva a richiedergli formalmente notizie circa il nominativo dell’utilizzatore del vicolo ai sensi dell’articolo 180 C.d.S. Lo stesso fornica dichiarazione nella quale affermava che dal marzo 2018 la vettura era intestata allo stesso in COMODATO-INTESTAZIONE TEMPORANEA EFFETTUATA AI SENSI DELL’ART. 94, COMMA 4-BIS C.D.S., come attestato sulla carta di circolazione. Forniva anche copia della carta di circolazione del veicolo, nella quale effettivamente risulta riportata tale dicitura con scadenza 16/06/2027.

Poiché non risulta che tale casistica (proprietario deceduto da oltre un anno), rientri in quelle previste per l’intestazione temporanea, si richiede il Vs. parere.

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *