Questo articolo è stato letto 29 volte

Nella circolazione stradale non può farsi affidamento sul rispetto delle norme da parte degli altri utenti della strada e, anzi, è necessario prevedere le condotte imprudenti, imperite o negligenti che conducenti e pedoni notoriamente mettono in atto – Corte di Cassazione, sez. IV penale, 31/3/2014, n. 14782

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.