Questo articolo è stato letto 2 volte

Tre principi importanti: – La notifica può dirsi sanata per il raggiungimento dello scopo, come dimostra la tempestiva proposizione del ricorso – Il verbale fa fede sino a querela di falso anche della valutazione dello spazio lasciato ai pedoni nel parcheggiare il veicolo – L’esposizione del contrassegno invalidi non esime dalla responsabilità per la violazione delle norme tese ad evitare intralcio o pericolo – Corte di Cassazione, sez. civile, 18/7/2014

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.