Questo articolo è stato letto 20 volte

Il Ministero risponde a una serie di quesiti in materia di collocazione della pubblicità e, in particolare, tenta di definire il concetto di direttrice di marcia ai fini del calcolo delle distanze, chiarendo che deve essere considerato tutto ciò che entra nel cono visivo del conducente.

 

Vedi il testo del Parere MIT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.