Questo articolo è stato letto 70 volte

Falsificazione della patente estera – prova che il reato sia stato commesso in Italia

GIURISPRUDENZA

 

› Circolazione stradale
› Contraffazione patente di guida e di permesso internazionale di guida 

 

Corte di Cassazione Penale sez. V 3/11/2021 n. 39509

Ove la contraffazione sia avvenuta in Italia, potrà ritenersi sussistente il delitto di cui agli artt. 477 e 482 cod. pen.; laddove, invece, il documento sia stato contraffatto all’estero e sia stato solo utilizzato in Italia, potrà ritenersi sussistente, il meno grave delitto di cui agli artt. 489, 482 e 477 cod. pen.. L’onere della prova della falsificazione in Italia, dipendendo da questa una più grave pena edittale, grava sul pubblico ministero.

 

CONSULTA LA  SENTENZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.