Appalto per i veicoli della polizia municipale: Il richiamo dell’ANAC nei confronti di un Comune

Il Comune di Firenze non ha rispettato i principi di non discriminazione e trasparenza nella gara per la fornitura delle auto per la polizia municipale ponendo in essere di fatto un affidamento diretto verso un operatore economico scelto su base fiduciaria. A rilevarlo è l’ANAC invitando il capoluogo toscano a recepire le indicazioni.

La vicenda, si legge nel comunicato emesso dall’Autorità Anticorruzione, nasce dalle indagini della Guardia di Finanza sull’approvvigionamento dei veicoli per la polizia municipale effettuato tramite una convenzione Consip: per quanto riguarda gli allestimenti delle auto da acquistare il Comune ha deciso di non utilizzare le opzioni previste dalla convenzione, ma di far installare allestimenti speciali i cui preventivi sono stati richiesti direttamente alla società automobilistica produttrice degli autoveicoli. Facoltà prevista in via alternativa dalla convenzione a patto di verificare la congruità dei prezzi proposti dal fornitore.

Tuttavia il responsabile del procedimento ha espresso una preferenza per una ditta esterna, specializzata proprio negli allestimenti di auto per le forze dell’ordine. Al produttore/fornitore infatti è stato inviato un dettagliato elenco dei prodotti richiesti su carta intestata della ditta già prescelta, indicando anche i materiali di cui dovevano essere composti, senza neppure curarsi di rendere anonimi i documenti.

A parere dell’ANAC (che ha emesso in proposito una nota) la condotta della stazione appaltante, che ha indicato nella richiesta di preventivo lo specifico subfornitore a cui rivolgersi per gli allestimenti, non è coerente con i principi di non discriminazione e trasparenza dal momento che l’appaltatore principale ha interesse a soddisfare (così come in effetti è accaduto) le richieste del responsabile del procedimento, anche se espresse in termini di mera preferenza.

 

 Atto del Presidente del 21 dicembre 2021

NOTA ANAC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.